Suntan

Su un’isoletta greca che prende vita solo nella stagione turistica estiva, nel turbinio della movida d’Agosto il timido medico locale Kostis si imbatte in un gruppo di giovanissimi vacanzieri e rimane stregato dallo spirito libertino della ventenne Anna.

Note di regia

Un’abbronzatura è bellissima, pericolosa e svanisce rapidamente, proprio come la giovinezza.
“Suntan” è stato girato durante l’estate sulla minuscola isola di Antiparos, quando il posto era pieno di festaioli e feste senza sosta. Girare un film durante il periodo più impegnativo della stagione su un’isola greca potrebbe sembrare una missione impossibile, ma per me è stato una scelta ovvia, per il mio film più personale. Vado ad Antiparos da quando avevo 15 anni, come qualsiasi adolescente ormonale, e continuo ad andarci, anche se sono pericolosamente vicino all’età del protagonista, Kostis.
Poco più che quarantenne, Kostis è un esemplare atipico del mondo adulto. Non ha una famiglia sua, a differenza della maggior parte degli uomini coetanei. Proprio come loro, però, è prigioniero del proprio corpo, costretto a restare a guardarlo appassire, incapace di resistere allo spietato scorrere del tempo.
Si trova di fronte a cinque ottimi esempi di giovinezza – e la giovinezza è un periodo della vita che Kostis ha superato da tempo, probabilmente mai vissuto al massimo o come avrebbe voluto. È un momento di divertimento, svago e, soprattutto, di disattenzione fisica in cui il corpo comanda. È l’età in cui si desidera di più l’euforia, il gioco, la danza, l’innamoramento e l’inseguimento delle passioni della carne.
L’eterna estate greca ha fornito lo sfondo perfetto per questa stravaganza di desiderio e tutto ciò che ne consegue: flirt, sesso occasionale, droghe, alcol e spingersi oltre i limiti per vedere fino a che punto può arrivare il tuo corpo.
Nell’esplorazione dei confini del mio eroe e del suo viaggio nella terra sconosciuta della fisicità, mi sono imbattuto in una mia terra incognita – e un po’ ironicamente, ho finito per scoprire un genere: il coming of age di mezza età.

Gillies MacKinnon propone un’opera toccante, intrisa di poesia, romanticismo e tenerezza, sorretta da un’interpretazione magistrale di Timothy Spall.

taxidrivers.it

Un racconto toccante, capace di scaldare, accarezzare e al contempo trafiggere come una lama affilata il cuore dello spettatore

Cinematographe.it

Disponibilità

13 Luglio 2023

Nazionalità

Grecia

Durata

100'

Regia

Argyris Papadimitropoulos

Sceneggiatura

Argyris Papadimitropoulos, Syllas Tzoumerkas

Cast Artistico

Makis Papadimitriou, Elli Tringou, Milou Van Groessen, Dimi Hart, Hara Kotsali, Marcus Collen

Fotografia

Christos Karamanis

Produzione

Christos V. Konstantakopoulos con Ernst Fassbender, Theodora Valenti, Konstantina Stavrianou, Petros Pappas, Stelios Kotionis and Lasse Scharpen

Montaggio

Napoleon Stratogiannakis

Trent Film è una casa di distribuzione indipendente, nata per promuovere e diffondere film di qualità.

fb. ig. yt. vm.